lunedì 1 febbraio 2010

I genitori sardi e la 162

Continua la protesta/negoziazione in Sardegna da parte dei familiari per i tagli alla 162, oggi si è tenuta un'altra sessione in consiglio regionale, perciò per non perdersi neanche una tappa di questa vicenda che è importante - tutti uniti per l'interesse di tutti, ecovi il resoconto della nostra mamma sarda:

Per non annoiarci nella vita, a noi genitori di ragazzi/e disabili, ci sottopongono ad un mare di PROVE.
Se resisti - riesci a lottare e forse qualcosa l’ottieni … se invece, per carattere, sei una persona timida e remissiva soffri in silenzio e ……BASTA.
I genitori dei ragazzi “normali” non possono capire i nostri problemi, anche se non lo ammetteranno mai. Noi genitori “speciali” siamo sempre sul chi vive, ci muoviamo e lottiamo per vedere riconosciuti i diritti che dovrebbero darci le leggi sulla disabilità------- ALMENO---- ci tentiamo.
E’ tosta…..sempre.
Dopo aver affrontato lo scoglio del taglio del sostegno quest’anno scolastico …aver fatto ricorso al TAR ….aver vinto il primo round con una sospensiva del provvedimento della scuola …… a novembre, pensavo di rilassarmi.
Errore……..vai sul tapis-roulant….. e corri, rimanendo sempre sullo stesso posto!!!
Ora, da dicembre 2009, affrontiamo i tagli alla 162/98 fatti dalla nostra Regione ….regalo fatto a 28.751 disabili. Tutti dentro -nessuno escluso se logicamente aveva i requisiti – ma…ma… con mille euro in meno a tutti! A tutti indistintamente:
cifra massima stanziata 14 mila euro meno mille euro = …il disabile prende 13 mila euro nel 2010………….
cifra minima 1.500 euro meno mille euro = 500 euro …….praticamente azzerato l’importo.
Questa la logica, LORO, che io continuerò a non capire – per loro ai più gravi si toglie meno che ai meno gravi…..Ok……….magari se avessero fatto un taglio proporzionato a tutti ……..Ma il mio è un ragionamento illogico……..tagli dal 7% sino al 66%........Evviva..l’incoerenza.
Comunque cerchiamo di protestare……consentiteci questo….. perchè ci è rimasto SOLO QUESTO.
La 162/98……..-legge giovanissima- in Sardegna è sempre stato il nostro vanto – legge che ha dato respiro a tantissime famiglie… Ogni persona dà vita ad un piano personalizzato, lo presenta ai servizi sociali del suo Comune, il Comune elabora un punteggio secondo la gravità del paziente ed a sua volta lo trasmette alla Regione.
E qui si POTREBBE trovare il primo intoppo…INTOPPO DI VALUTAZIONE.…ogni Comune lavora in modo diverso e magari pazienti con patologie uguali si trovano con dei punteggi completamente diversi ed importi erogati, completamente diversi……abitando in Comuni diversi.
La famiglia può scegliere per il suo caro se assumere una persona per portarlo in giro: …una passeggiata – un cinema – una pizza... insomma cercare un inserimento nel tessuto sociale. Se invece la persona è allettata si può pagare una persona per curare il disabile, lavarlo e seguirlo in tutti i suoi bisogni, si può prendere una persona anche per le pulizie della casa, se invece il disabile ha bisogno di un aiuto scolastico la famiglia sceglie una persona specializzata che lo guidi nel percorso dei compiti o quant’altro.
Insomma…. bei progetti, che aiutano la famiglia….. tutto deve essere rendicontato e fatturato…. sia ben chiaro …….non sfugge niente………non si danno soldi a pioggia.
Intanto c’è da precisare che tutto fila in base al reddito DELLA FAMIGLIA…. attenzione: REDDITO della FAMIGLIA e non del DISABILE………….quanto di più sbagliato; chi supera i 70 mila euro era fuori dal gioco …..questo sino a quando una famiglia di Capoterra ha fatto ricorso al Tar …………..ed ha vinto. Il mio contributo è già scremato alla base……..due stipendi…..tot. euro………taglio del 20% ……..
Questa cosa del taglio di mille euro non l’ho proprio digerita……..con quello che mi è rimasto posso pagare quasi un ora e mezza scarsa alla SETTIMANA, alla pedagogista che segue mia figlia.
Capperi……e che ci faccio??? Quali obiettivi raggiungerò? Mahhhhhhh…
Ho cominciato a battere i tasti sul pc……e sono partite le mie proteste su internet….ma anche sui giornali locali e nazionali e sui siti dei disabili …Giustamente hanno dato il giusto risalto alla notizia……….Però mi sentivo SOLA all’inizio. A metà mese di gennaio ho cominciato a leggere le lamentele dei Comuni …….è stato un crescendo continuo…..un’onda inarrestabile……ogni giorno sui giornali locali si leggeva la protesta degli amministratori Comunali. Una Associazione giovane giovane di Alghero ha dato vita ad un’iniziativa: scendere a Cagliari a protestare pacificamente. A lei si sono unite tantissime associazioni e gruppi. Chieste le autorizzazioni alla Prefettura ed i pass per una delegazione di una trentina di persone, per essere ricevuti in Consiglio Regionale dai capi gruppo politici. Chiamati gli organi di informazione.
Evviva, l’onda cresceva! Il 19 gennaio sono arrivati pullman da tutta la Sardegna per la manifestazione con i rappresentanti delle associazioni e tanti disabili: Associazione Pensiero Felice Onlus di Alghero, il Gruppo Genitori di Ittiri, La Sorgente di Sassari, ABC Associazione Bambini Cerebrolesi, Comitato dei familiari per l’attuazione della L.162 in Sardegna (nato nel 2000), la Delfino San Gavino Monreale, l’Associazione Sindrome Di Williams, Genitori Tosti, l’AISISD Associazione Italiana per lo Sviluppo dell'Integrazione Sociale dei Disabili Quartu, Diversamente Onlus, Dopo di noi Senorbì, Il Girotondo Terralba, Is Angelus Sinnai, Centro Down, Associazione X-Fragile Sardegna, Associazione Papa Giovanni XXIII, ASARP Associazione sarda per la Riforma Psichiatrica, ASBI Associazione Spina Bifida, AVIDICAF per l’integrazione sociale dei Disabili, Ipovedenti, Ciechi Anziani e loro famiglie e la UIC Ipovedenti, il Tribunale dei Diritti del malato Cittadinanza Attiva…L’assessore alle politiche sociali della Provincia di Cagliari e del Medio Campidano……..e spero di non aver dimenticato nessuno, chiedo venia in anticipo altrimenti.
C’erano tutti gli organi di informazione…. io mi sono”aggiudicata” un’intervista a Radiopress.
La delegazione (c’ero anche io) è stata ricevuta dai capi-gruppi politici……..detta la nostra…(VOGLIAMO I SOLDI)……detta la loro…(ABBIAMO STANZIATO 105 MILIONI DI EURO E NON CI SONO SOLDI)…ora aspettiamo lunedì 1 febbraio perché c’è la discussione in Consiglio Regionale all’Ordine del Giorno.
Intanto i giornali hanno scritto, Radiopress ha dedicato una puntata del programma EXTRA lo scorso 22 gennaio sulla 162 ed io ho partecipato. Tutto chiaro…… per il popolo sardo, per l’Assessore regionale alla Sanità…. non eravamo tanti…..accipicchia …eppure abbiamo fatto anche un’Assemblea in un albergo a Cagliari. Eravamo "solo" oltre 400!
Ok la prossima volta ………andiamo allo Stadio SantElia….
Speriamo che si raschi il barile……e si trovi qualcosa…magari tra gli sprechi (e dai che ci sono!!!!)……l’opposizione ha fatto il suo dovere........bravi!!!
I pass il il primo febbraio sono pronti anche questa volta (io ci sarò)…..ascolteremo in silenzioso silenzio (ma in agitazione agitata) i lavori del Consiglio……….e se vinceremo BENISSIMO………..sennò ……..l’onda diventerà uno tsunami ………..e tutti al Sant’Elia………..al grido: TORRAISI’ SU DINAREDDU!!!!!!!!!!!!! Traduzione: Ridateci i soldini!!!
Speriamo che questo capitolo della mia vita nel campo della disabilità finisca bene……….perchè???….perchè vedo dense nuvole all’orizzonte e riguardano …………la riabilitazione………..qualcosa mi dice che i tagli e cuci si ripeteranno …….con il nuovo Piano Regionale Sanitario. In questi ultimi anni …….ho la sfera magica e l’azzecco sempre.
Allora mi do un in bocca al lupacchiotto per lunedì………le munizioni le ho sempre (le mie parole!!) ma non posso usarle…………..e vinca il migliore……cioè vinca il diritto a poter raggiungere gli obiettivi che quei mille euri tolti …….ci davano……….
CAPITO MI HAI??????!!!

3 commenti:

mresciani ha detto...

la storia continua.........giornata intensa al consiglio regionale.
Alle 11 la delegazione che rappresentava i disabili ha assistito ai lavori.Eravamo una ventina ... Mattina da sorvolare.....................................................
Sera Mozione del grande Marco Espa consigliere PD dell'opposizione .....interventi di tanti consiglieri sino alle 19.30 mia fuga verso la mia maison
e continuavano sino a......
aspettiamo notizie

mresciani ha detto...

ecco le notizie:
23 a favore
26 contro
10 astenuti della maggioranza

che dire?
Sant?Eliaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!

orsatosta ha detto...

forza!