mercoledì 24 febbraio 2010

Ci citano e siamo addirittura 1esimi!

Ringraziamo MARIA GRAZIA FIORE, autrice del blog Speculum Maius (e nostra lettrice fissa).
Maria Grazia è docente universitaria, formatrice, curiosa del mondo (come si definisce lei stessa nel suo profilo) nonché mamma di tre figli, che ci ha citato nel suo seminario "Invisibile agli occhi. Disabilità cognitive e relazionali nella Rete" che ha presentato nell'ambito del convegno CULTURA SENZA BARRIERE che si è tenuto a Padova dal 18 al 20 febbraio scorsi.
Qui il video di presentazione di questa donna tosta, una di quelle che non mollano mai :-) e qui la presentazione in slides (si dice così?) del suo intervento. Mi ha colpito la frase "Cultura come rete di relazioni e segni dentro cui si sviluppa la nostra esistenza" e "Però il pensiero delle persone come me viene soltanto preso sul serio se impariamo la vostra lingua a prescindere del nostro modo precedente di pensare e interagire..."
Che dire? Grazie di averci citato, questa cosa ci riempie di commosso orgoglio!
Poi, oggi, apro la posta e lì per lì penso ad uno scherzo – invece è tutto vero! Siamo primi in classifica, come blog per la categoria "disabilità" , guardate qui.

21 commenti:

mresciani ha detto...

Felice di esserci.

Blindsight ha detto...

che siate i primi in tutto, anche per porre fine a tante ingiustizie: tutto il mio appoggio e sostegno, sia come laura che come blindsight project

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Blindsight ha detto...

un consiglio: mettete la moderazione ai commenti, una palla però almeno si evita spam, tipo il commento che mi precede, non firmato ma che fa una domanda precisa (sempre spam è) e che soprattutto non c'entra nulla né con questo post né col blog intero!
ciao, laura

orsatosta ha detto...

quale commento, Laura?
:DDD
eh, li conosciamo, li conosciamo, ci vuol ben altro per farci arrabbiare ;)

Nina - graficapura ha detto...

grandi!!!! :)

Maria Grazia ha detto...

Allora... Ringrazio Orsatosta :-) per il post dedicatomi: troppo onore! :-D
Come ho sostenuto a Padova, il web è lo specchio dei nostri limiti e delle nostre chiusure ma è anche la chiave che ci può permettere di sognare e realizzare una maggiore integrazione sociale.
Mi piacerebbe un mondo in cui si potesse parlare di disabilità senza pietismo, con "naturalezza"...
Un mondo in cui si possa parlare del modo di essere dei propri figli, delle loro specificità ad alta voce e dovunque, non solo nei luoghi "dedicati".
Un mondo in cui nessuno (certi medici inclusi) ti faccia sentire un genitore "diverso" perché hai un figlio (e magari più d'uno...) "diverso".
Però bisogna essere "tosti" sul serio per non arretrare in una guerra di trincea continua che spesso coinvolge anche gli aspetti banali della vita quotidiana.
E quindi questo era proprio il blog che mi serviva citare per rendere l'idea! :-D
Alla prossima ;-)
PS se, come si vocifera, pubblicheremo per esteso i contributi del convegno, vi faccio un fischio. Buona giornata!

TIMEOUT ha detto...

Anch'io vorrei...anzi VOGLIO un mondo come descritto da Maria Grazia. Qualcuno direbbe "UTOPIA", e sia utopia! A cosa serve l'utopia ce lo spiega Galeano:
"Lei è all'orizzonte. MI avvicino di due passi, lei si allontana di due passi. Cammino dieci passi, e l'orizzonte si sposta dieci passi più in là. Per quanto io cammini, non la raggiungerò mai. A cosa serve l'utopia? Serve proprio a questo: a camminare"

mresciani ha detto...

Daniela.......ora ho capito....ma quando arrivo al traguardo?
Va bene ci teniamo giovani e poi il cervello in esercizio continuo ...vuoi mettere?

Valeria ha detto...

Complimenti! Ve lo meritate perchè siete bravi veramente! Condivido appieno quello che ha scritto Maria Grazia, dobbiamo continuare e non stancarci mai ad essere "tosti"...lo dobbiamo per i nostri figli!ciao
Valeria
www.confrontandoci.it

francesco ha detto...

oh, mi trovavo di passaggio....di corsa e sempre a lavoro in questo ultimo periodo.....
fa piacere, molto piacere vedere che il lavoro di persone in gamba, anzi toste, abbia il giusto riconoscimento......anche vedere i commenti eliminati da una certa soddisfazione....vuol dire che la comunicazione è efficacissima anche con chi non vorrebbe averci a che fare con noi....

mresciani ha detto...

Francesco batti cinque!!

francesco ha detto...

cinque....
;-)

francesco ha detto...

pragmatica della comunicazione umana è uno dei testi della mia biblioteca personale.
ho molte cose di Winnicott e mi ha entusiasmato l'intelligenza del cuore di Greenspan....
abbiamo molto da imparare dai nostri figli riguardo le convenzioni e la comunicazione non verbale....

CogitoergoVomito ha detto...

Concordo con Laura: dovreste essere primi in tutto.
Ciao un bacio Alex.

Anonimo ha detto...

Dio è giusto: la morte non la nega a nessuno.

Blindsight ha detto...

l'anonimo non sa che il suo indirizzo IP rimane in memoria? ogni pc lascia una traccia, anche se chi "spamma" cose del genere non si firma..
insisto: per me è meglio la moderazione ai commenti, ciao laura

francesco ha detto...

oltre che la morte sembra che non neghi a nessuno un pò di sana imbecillità

orsatosta ha detto...

ahahahahahahahah!
ehy un saluto a tutti voi che siete passati di qua :)

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.