martedì 30 giugno 2009

ULTIMO GIORNO


Per molti bambini che frequentano il nido o la materna oggi è l'ultimo giorno di "scuola".
L'argomento di questo post vuole mettere l'accento sull'importanza dell'inserimento scolastico dei nostri bambini, a partire dal nido.
Molti di noi genitori, a causa della cronica mancanza di informazione che gli operatori non forniscono, non sanno o non prendono in considerazione che si può, anzi si deve iscrivere, il proprio figlio al nido, a prescindere dalla gravità.
Un aspetto poco curato nel nostro Paese è quello della "dimensione bambino" dei nostri figli: automaticamente è un "paziente" prima che un bambino - vi ricordate il post sul giocare e i giocattoli?
In questo modo davvero si creerà un "diverso", lontano dal gruppo, dalle regole sociali e dall'interazione con gli altri.
Invece è importante permettere a tutti di fare i bambini, di abituarsi ad altre figure adulte oltre alla mamma e al papà, di imparare delle regole, di crescere.
Segnalo perciò il sito degli insegnanti di sostegno delle scuola dell'infanzia, dove i genitori potranno trovare molti ottimi spunti e la possibilità di avere anche consulenza online.
Questo articolo invece è un resoconto di come si svolge l'integrazione in Giappone, per rifletterci su e fare i debiti paragoni con la nostra realtà.
Infine, altri link utili sulla scuola, dove è possibile anche iscriversi alla newsletter e ricevere quindi le notizie aggiornate:
- Dienneti : portale e directory per l'educazione e la didattica; è un pozzo di san Patrizio!
- Educare
- Edscuola
- No- Limit

P.S. Approfitto di questo spazio per salutare e ringraziare Milena, Morena, Marcella (le M'n'M's!!!!), Lorenza, Daniela e tutte voi che avete reso fantastici questi due anni !!!!!

-----------------------------------------------------------------------------------------

Ulteriore segnalazione: l'argomento è altro ma ne vale la pena, visto l'impegno professato dall'autore di questo blog, e cioè mettere in guardia dai metodi alternativi per curarsi e dai loro portavoce: MEDBUNKER, quello che chi cerca aiuto deve sapere.

4 commenti:

Andrea ha detto...

Devo dire che l'esperienza, fatta a suo tempo, è stata magnifica. Tutte le maestre hanno spinto affinchè la nostra bimba rimanesse il più possibile a scuola. Un solo esempio riguardo il rimanere a pranzo: pensavo fosse una cosa impensabile ma sono state loro stesse ad insistere per affrontare questo passo e così via, piano piano per ulteriori progressi. E per chiudere, l'ultimo giorno della materna lo ricorderò sempre : la maestra di sostegno è dovuta 'scappare' via tanto erano le lacrime e l'emozione che non riusciva a trattenere ...

WeWee ha detto...

Complimenti per la vostra determinazione...e grazie per aver segnalato il mio blog, ora siamo "ufficialmente" amici...
:)

PS: Ma perchè non preparate un post con l'elenco di strutture scolastiche che meritano di essere segnalate (per impegno, strutture, organizzazione...magari dividendole per zona)? Può essere d'aiuto a chi cerca informazioni, per esempio...

orsatosta ha detto...

:)
Tutte le scuole dovrebbero presentare lo standard di offerta formativa per TUTTI gli studenti, stilare un catalogo delle scuole "migliori" dove un alunno disabile può trovarsi meglio, vanifica l'integrazione. Però fare (o provare a fare... santo cielo quante saranno le scuole in Italia?) un check out della situazione potrebbe essere chiarificatore per rendersi conto di come stanno le cose. Grazie per lo spunto Wee Wee! Che ne dicono gli altri GT?

TIMEOUT ha detto...

Sono d'accordo con orsatosta su un check out della situazione, si potrebbe provare. Ringrazio anch'io WeWee per l'idea.
Daniela